Share, , Google Plus, Pinterest,

Print

Posted in:

Costellazioni familiari, ascoltare l’Anima

Gli inizi di Bert Hellinger

Io ho incontrato le costellazioni  familiari perché  le costellazioni familiari esistevano  già prima di me. Thea Schönfelder me le mostrò durante le settimane di psicoterapia a Lindau e mi scelse come rappresentante del padre di un giovane schizofrenico. Del tutto inesperto, mi lasciai andare alla costellazione, sicuro di me e fiducioso. Ad un tratto, spostò il rappresentante di questo giovane ed io caddi in un buco profondo. Io non ero più me stesso. Alla fine, dopo la costellazione, io mi sentivo in un altro paesaggio, lontano ed in pace. Tempo dopo, io la incontrai nuovamente nelle settimane di psicoterapia a Lindau. Di nuovo, venni scosso dal suo lavoro con le costellazioni familiari. Non le potevo capire,anche perché lei non diceva nulla sui retroscena. Un paio d’ anni più tardi, andai ad un seminario aperto di quattro settimane sulla Terapia Familiare a Snowmass, in alto sulle Montagne Rocciose. Era condotto da Ruth McClendon e Les Kadis. Anche loro mostrarono le costellazioni familiari. Di nuovo, io venni scelto per un ruolo come rappresentante e di nuovo oscillai tra alti e bassi. Non potevo capirlo, anche loro non spiegavano. Un anno più tardi Ruth McClendon e Les Kadis vennero in Germania ed offrirono due corsi sulla Terapia con più famiglie. Vale a dire, che hanno fatto terapia a cinque famiglie, genitori e figli, allo stesso tempo, per cinque giorni. Ancora una volta riuscivo a capire a fatica i particolari. L’esperienza era là, la comprensione rimaneva fuori. Tuttavia, io intuivo che lì c’era il futuro. Dopo un anno, era arrivato il momento. Mi accingevo a questo compito. Prima di ciò, successe qualcosa che mi facilitò l’accesso. Io cominciai a capire dove portava la costellazione familiare. Per molti anni, avevo offerto corsi sugli sviluppi dell’analisi del copione di Eric Berne, il fondatore dell’analisi transazionale. Nel suo libro , “Cosa dite dopo aver detto buongiorno”, egli li descrive dettagliatamente. Egli ha scoperto che noi viviamo la nostra vita secondo un programma segreto,  un copione che noi rappresentiamo sul palcoscenico della vita, quasi parola per parola. Allora, mi venne l’idea che questo copione, che noi recitiamo durante la nostra vita, fosse stato rappresentato già prima da un’altra persona della nostra famiglia e dalla quale noi ci facciamo prendere completamente  e in fondo ripetiamo. Improvvisamente, compresi cosa fosse un irretimento.  Compresi cosa succedeva ad una persona irretita nel destino di un’altra persona . Si diventa irretiti nel destino di quelle persone che la nostra famiglia ha perso perché dimenticate ed escluse. Ad  un tratto,  compresi ciò che accade nelle costellazioni familiari. Nelle costellazioni  familiari vengono alla luce attraverso i rappresentanti chi sono questi esclusi e come possono  essere riammessi nella famiglia e nel nostro cuore con il sollievo di molti. Allo stesso tempo, mentre scrivevo per una conferenza sulla colpa e l’innocenza nel sistema, mi chiarii che esiste un ordine primordiale che dà la precedenza a chi è venuto prima rispetto a chi è venuto dopo. Da qui in poi é proseguita la storia di successi delle costellazioni familiari. Successi a cui potrete partecipare interiormente anche voi leggendo queste note, come pure potrete trarne sollievo e una nuova fiducia in voi stessi.

riconoscere

Cos’è  l’essenziale nella costellazione familiare?

La Costellazione  Familiare si svolge con molta facilità. Il costellatore sceglie un rappresentante per la famiglia del cliente e lo mette davanti ad un gruppo in relazione reciproca. A volte, è il cliente stesso a scegliere il rappresentante.            Ad un tratto, i rappresentanti percepiscono come le persone che essi rappresentano, senza  conoscerle e senza che su queste persone sia stato detto qualcosa. A volte, parlano con la loro voce e hanno gli stessi sintomi. Per esempio, iniziano a tremare o non sentono e non vedono più bene. Questo fenomeno non è  spiegabile ricorrendo a concetti tradizionali. Il risultato delle molte ricerche, condotte fino a questo momento, dimostra che i rappresentanti entrano in un altro campo, un campo spirituale che Rupert Sheldrake  ha chiamato campo morfogenetico. In questo campo sono immagazzinati, in una memoria collettiva, i sentimenti  che un gruppo,  collegato a quello attuale, aveva allora. Aggiungerei, inoltre, che questo gruppo ha una coscienza collettiva che  impone loro  ciò che dovrebbero fare o lasciare per potersi assicurare e guadagnare l’appartenenza a questo campo spirituale e alla loro famiglia. Tutto ciò si riesce ad osservarlo, senza che possa essere completamente spiegato.

Lo svolgimento

[indeed-social-locker sm_list=’fb,tw,go1′ sm_template=’ism_template_7′ sm_list_align=’horizontal’ sm_display_counts=’false’ sm_display_full_name=’true’ unlock_type=2 locker_template=2 sm_d_text='<h2>Contenuto bloccato</h2><p>Per favore condividi questo articolo per poter continuare nella lettura!</p>’ ism_overlock=’blur’ ]  

Prima di continuare, descrivo come si svolgeva inizialmente la costellazione familiare e cosa provocava. Dopo che i rappresentanti erano messi in scena, veniva chiesto al cliente come stava. Di solito, egli era molto colpito dal risultato perché era diverso da quello che si era immaginato. Poi veniva chiesto ai rappresentanti come stavano loro. In base alle loro risposte, venivano spostati finché, alla fine, tutti si sentivano bene. Spesso, venivano scelti e aggiunti altri rappresentanti. Per esempio, se tutti avevano lo sguardo rivolto verso la stessa direzione, significava che guardavano qualcuno che, nella famiglia, era stato escluso o dimenticato. Spesso era un bambino morto prematuramente. Se qualcuno fosse stato messo in scena a rappresentare questo bambino gli altri avrebbero tratto un sospiro di sollievo. In questo modo, viene alla luce un ordine dell’amore nascosto  che più tardi si sarebbe dimostrato basilare.
Che cosa era quest’ ordine dell’amore? Ognuno nella famiglia ha lo stesso diritto di appartenenza.  Molti problemi in una famiglia, anche malattie, hanno le loro radici nell’esclusione di un membro della famiglia. Per esempio, quando un bambino era stato dato via o non riconosciuto. In questa costellazione familiare, l’attenzione è rivolta  o alla famiglia attuale o alla famiglia d’origine. Se Il problema era riferito ad un qualcosa di incompiuto in una coppia o nei suoi figli, spesso veniva dimostrato che questo era da collegare alla loro famiglia d’origine. Il focus rimaneva comunque limitato ad una o ad  entrambe le famiglie. Nonostante il focus  circoscritto, anche con questo tipo di costellazioni familiari si ottengono buoni risultati. Hanno aiutato molte persone. Sono state viste come un arricchimento della psicoterapia e rimasero  essenzialmente limitate a questo ambito.

Lo sviluppo della costellazione familiare

Il passo successivo delle costellazioni familiari fu lo sviluppo di nuove riflessioni  sulla nostra anima e il nostro spirito. Ma, soprattutto, con nuove riflessioni  sui limiti della nostra coscienza, come per esempio, la nostra coscienza fissa i limiti del nostro amore e delle nostre relazioni.

La Hellinger sciencia®

Queste riflessioni sono state raccolte, in seguito, nel concetto di Hellinger sciencia. Si è rivelato che le mie riflessioni sugli ordini dell’amore valgono in tutte le relazioni, molto oltre la nostra sola sfera personale e la nostra famiglia. Sono proprio una scienza, una scienza creativa in movimento. Questa scienza viene alla luce con la costellazione familiare. E’ sperimentabile in essa. Questa scienza rompe i confini della precedente costellazione  familiare e i confini della psicoterapia.

La costellazione familiare spirituale

Prima di continuare, dico qualcosa sullo spirito e su come esso si mostra nei movimenti del nostro corpo e della nostra anima. E qui, ritorno al fenomeno in cui i rappresentanti di una costellazione provano, all’improvviso, come le persone che essi rappresentano, senza sapere nulla di loro. In seguito, chiedevo solo raramente come stavano i rappresentanti, come si sentivano e invece dell’intera famiglia, ho spesso messo in scena solo il rappresentante del cliente. L’importante era che il rappresentante si lasciasse andare al movimento interiore , senza sapere qualcosa del cliente, come afferrato dall’interno e dall’esterno. Questo modo di procedere prese le distanze dalle prime costellazioni familiari. Non c’erano più domande sui sentimenti, nessuna domanda sulle aspettative e sulle paure. La costellazione non veniva condotta seguendo le aspirazioni del cliente ed il costellatore si metteva a  servizio della costellazione.  Tutto veniva lasciato scorrere al di là del problema e al di là della soluzione e oltre qualsiasi forma  psicoterapeutica di allora. Tutto veniva lasciato ai movimenti  che prendevano il rappresentante. Ad un certo punto divenne evidente quello che accade veramente ai  rappresentanti quando a muoverli è un’altra forza.   Si comportano come un medium posseduto e mosso da un altro potere. Anche il conduttore segue questi movimenti, anche lui si lascia prendere e coinvolgere da loro.


Esempio

Quando il rappresentante si lascia andare al movimento dello spirito, a volte, guarda  sul pavimento senza poterlo evitare. Dall’esperienza di molte costellazioni, noi sappiamo cosa significa ciò. Questo rappresentante guarda ad un morto. Molto di più: egli è attirato verso un morto. Ciò significa, per dirla in modo proprio chiaro: il cliente vuole morire.  Con ciò, viene alla luce il vero movimento che riguarda questo cliente.                   In unisono con questo movimento interviene il conduttore della costellazione. Egli sceglie un rappresentante per questo morto e lo invita a mettersi disteso davanti al primo rappresentante con la schiena sul pavimento. Anche questo rappresentante si lascia andare al movimento interiore. Ad un tratto, viene alla luce qualcosa di diverso, qualcosa di inaspettato. Il rappresentante del morto si  gira dal primo rappresentante.  Egli guarda nella direzione opposta. Ciò significa: invece di guardare al rappresentante del cliente, guarda ad un’altra persona. Di nuovo, viene alla luce qualcosa di inaspettato, senza che sia detta una parola. Non è il cliente ad essere attirato verso questo morto, ma un’altra persona. Allora, il conduttore della costellazione sceglie un ulteriore rappresentante e lo mette dove guarda il morto. Improvvisamente, essi si girano l’un verso l’altro e il rappresentante del cliente tira un sospiro di sollievo. Cosa si mostra qui? Il cliente vuole morire al posto di un’altra persona. Ci possiamo immaginare quale sollievo deve essere per lui quando,  improvvisamente, comprende che si tratta di uno spostamento. E’ in questo modo che la costellazione familiare spirituale supera le limitazioni della costellazione familiare utilizzata fino ad ora.

Chi o cosa guida nella costellazione familiare spirituale?

E’ evidente che nelle costellazioni familiari spirituali, i rappresentanti e il conduttore vengono posseduti  e guidati da un altro potere. Dove vengono guidati? Oltre tutte le separazioni, per cui quelli che erano separati e disuniti, vengono riuniti . Questo potere è un potere dell’amore che annulla tutte le separazioni. Cosa significa ciò nello specifico?Quelle distinzioni che noi spesso poniamo in primo piano di buono e cattivo o di appartenenza o esclusione non valgono più.  Ciò che noi abbiamo appreso nella psicoterapia, passa in secondo piano e con questo  tutto ciò che volevamo raggiungere  con la nostra buona coscienza e buona volontà. Tutto ciò sembra indipendente dalle nostre rappresentazioni usuali e dai nostri abituali pensieri. Nelle costellazioni familiari spirituali tutto scorre davanti ai nostri occhi, senza interventi esterni, come una chiara rivelazione, come l’intervento di un altro potere, di un potere spirituale. Il rappresentante e il costellatore si comportano come medium, agiscono attraverso  altre forze che portano a soluzioni finora impedite. Cosa succede con la costellazione famigliare di un tempo? Mantiene ancora il suo valore, anche se con dei limiti che vengono superati, infatti   costellatori e  partecipanti si avventurano guidati in qualcosa di più grande. Si avventurano oltre la loro sfera personale, verso i movimenti dello spirito che sono superiori e alla cui guida si sottomettono.
Perdono con ciò qualcosa? Tutti loro ottengono qualcosa.

I limiti della costellazione familiare precedente

Dove stavano e  stanno i limiti della costellazione familiare precedente?  Stavano nelle immagini interiori di giusto e sbagliato, di rettitudine ed ingiustizia e di libertà e presunzione. Queste immagini  interiori impedivano che lo sguardo andasse nel profondo degli  ordini dell’amore  e alle conseguenze del disordine e quindi noi,  consapevolmente  o inconsapevolmente, li trasgredivamo. Quali ordini dell’amore abbiamo escluso e non abbiamo preso in considerazione? Come primo l’ordine che tutti coloro che appartengono alla nostra famiglia hanno lo stesso diritto di appartenenza. Per esempio, tutti i bambini dati via, non riconosciuti, abbandonati o abortiti. Anche tutti coloro che dichiariamo colpevoli. Come secondo,  nella famiglia esiste un ordine gerarchico, in base al tempo di appartenenza ad essa. Ciò significa: coloro che erano là prima hanno la precedenza rispetto a coloro che sono arrivati dopo. Perciò, i genitori vengono prima dei figli e il primogenito prima del secondogenito. In questo modo, ogni membro della famiglia ha il suo proprio posto. Nessuno può contendergli questo posto. Lo stesso vale per altri gruppi. Ogni tentativo di contendere ad altri il loro posto e quindi di innalzandosi al di sopra di loro  ha conseguenze di grande portata. Nella nostra cultura, questa regola è completamente messa al bando dalla coscienza che però non ci evita le conseguenze di questa sua violazione. Quanto può essere gravido di conseguenze il disprezzo di questa regola viene alla luce con la costellazione familiare. Può portare persino alla morte nella famiglia. In altri gruppi, il suo disprezzo conduce fatalmente all’insuccesso e alla rovina. Tutte le tragedie hanno origine dal disprezzo di questa legge, dove un nato dopo porta su di sé qualcosa che spetta ad uno che lo precede e che proprio perché arrivato dopo non spetta a lui.

Disordini dell’aiuto

La regola dell’ordine gerarchico deve essere osservata anche nelle costellazioni familiari. Il conduttore della costellazione a cui un cliente chiede  un aiuto, entra in quello stesso istante  nella famiglia del cliente, rimanendo però all’ultimo posto. Ogni  suo tentativo di porsi al di sopra di altri membri della famiglia è destinato a fallire. Soprattutto quando egli vuole essere un padre migliore o una madre migliore. Ancora peggio, se egli vuole essere per uno dei partner, un uomo più comprensivo o  una donna più premurosa. In questo caso, si crea una relazione a tre che esclude l’altro partner. Invece di guidare la coppia a stare assieme,  allontana i partner l’uno dall’altro. Un costellatore, in un caso simile, può aiutare solo se considera rispettosamente i genitori del cliente così come  ha fatto precedentemente con i suoi stessi genitori, soprattutto la madre.


“Meglio io che tu”

La violazione dell’ordine gerarchico si mostra in una famiglia, soprattutto là dove un bambino vuole assumere su di sé qualcosa dei suoi genitori per salvarli. Se un bambino percepisce che uno dei suoi genitori è così ammalato da dover morire, oppure se sente che la madre è attratta dalla morte, o che si vuole suicidare, egli allora nel suo cuore dice: “ Meglio io che tu”. Con questa decisione interiore egli rivela un amore profondo. Allo stesso tempo, egli si eleva sopra i suoi genitori. Questo amore è destinato inevitabilmente al fallimento. Il bambino stesso si ammala, può anche morire senza che egli, nonostante tutto ciò, possa salvare gli altri. Questo disordine si mostra anche all’opposto, quando i genitori accollano al bambino  celatamente qualcosa  che essi, da soli, devono portare. Per esempio, le conseguenze di una colpa. Quale incidenza possano avere le conseguenze della violazione dell’ordine gerarchico e a quali tragedie conduca, lo si  impara bene guardando qui. Lo stesso destino spetta ad un aiutante e in questo contesto a un costellatore che non rispetta l’ordine gerarchico. Per esempio, quando egli vuole togliere o trasferire le conseguenze di una violazione dell’ordine gerarchico, invece di pretenderle da colui che l’ ha violato. In questo senso, se l’aiutante pregiudica l’ordine gerarchico e lo trascura, l’aiutare diventa un’arte pericolosa. Nelle costellazioni familiari spirituali non si pone questa domanda. Qui la guida sta altrove. Il costellatore è ad un altro servizio. Egli serve unicamente da medium, non si deve immischiare nel senso classico dell’aiutare.

L’amore pericoloso

La violazione dell’ordine gerarchico avviene spesso con buona coscienza. Succede per amore. Viene da un amore senza colpa e viene presa per  buona coscienza. Nella nostra cultura e religione, questo amore viene celebrato proprio come la forma d’amore più elevata. Per esempio, quando qualcuno come Gesù,  almeno così ci viene riferito di lui, dedica la sua vita per liberarci dei nostri peccati. Come ricompensa per il suo sacrificio, egli venne innalzato al cielo come Dio. Divenne suo figlio. Nel bambino che è già pronto a sacrificare la sua vita per salvare sua madre o suo padre, oppure nella  vita, in coloro che immaginano di salvare altre persone e sono pronti a portare su di sé il loro destino, l’ amore che li muove  conduce al sacrificio con l’idea di appartenere alla famiglia o gruppo in un modo speciale. Questa idea e questo agire vengono dalla buona coscienza.

La pericolosità dell’innocenza

Cos’è l’innocenza? Come si comporta nella nostra anima? E’ percepita come la sicurezza  di poter appartenere al sistema, anche a costo della propria stessa vita. Questa sicurezza  di potervi appartenere diventa più importante della propria vita. Chi offre la propria vita in questo modo si sente spesso come un prescelto. Ancora qualcosa, qui gioca un ruolo. Coloro che sono arrivati prima vengono percepiti come più importanti di coloro che sono arrivati dopo. Ecco che i genitori sono più importanti dei bambini. I bambini lo sentono e quindi essi si sacrificano volentieri piuttosto di perdere i loro genitori. Viceversa , i genitori dicono interiormente al loro bambino: “meglio tu che io”. Anche qui, l’ordine gerarchico viene celato. Questo è il retroscena decisivo per la piccola vittima proprio come il sacrificio nei tempi antichi, oppure  come nella rappresentazione dei bambini, “meglio io che te”. Noi troviamo questa rappresentazione anche tra partner. Anche qui, a volte, uno dice all’altro interiormente: “Megio tu che io”, e l’altro dice: “Meglio io che tu.”

La soluzione

La costellazione familiare spirituale supera questa innocenza pericolosa. Qui, ognuno sta proprio davanti a quel potere spirituale che guida la sua vita. Conduce ognuno, quando si abbandona  a lui in una libertà diversa, lontano oltre i limiti della nostra coscienza  e passo dopo passo fuori dai nostri irrettimenti. Il presupposto di ciò è che anche il costellatore si trovi su questo cammino e vada oltre questo. Altrimenti, lega sé,  i clienti e i partecipanti del suo gruppo perseverando con la buona coscienza e con le sue conseguenze pericolose per molte persone.

La costellazione familiare riferita ai popoli

Solo quando noi riconosciamo i limiti della nostra coscienza e in sintonia con i movimenti dello spirito la superiamo, la costellazione familiare diventa un modo per superare i confini tra i popoli. Uniamo ciò che prima era in contrasto. Per esempio, se popoli che prima si facevano la guerra o dovevano fare la guerra, piangessero assieme i morti di entrambe le parti, se si dessero la mano sulle loro tombe e con stima reciproca lavorassero  assieme per il benessere di tutti. Anche in questo caso, con la costellazione familiare  viene alla luce  ciò che intralcia questo futuro condiviso e quali sono i modi  per superare questi ostacoli. Anche qui, la pace inizia  nell’anima, dove entrambe le parti rimangono assieme sotto senza prevaricarsi a vicenda e senza rimanere legati  ai rinfacciamenti.

La consulenza aziendale spirituale

La costellazione familiare con il suo sviluppo nella sfera spirituale è andata oltre i confini della coscienza personale e  si è dimostrata utile e pionieristica in ambiti specifici della professione e delle imprese. Soprattutto, perché arriva lontano nel passato. Porta alla luce i retroscena nascosti del successo e dell’insuccesso e rende possibili  cambiamenti decisivi. Qui, passato significa che anche ogni avo di cui noi non abbiamo conoscenza, perché vissuto molto prima di noi  e ogni avvenimento insoluto si mostrano nella costellazione familiare e ad un tratto,  noi diventiamo consapevoli che i nostri avi continuano a vivere in noi e tramite noi e con noi vogliono portare qualcosa a compimento, che porta pace a loro e a noi. In ciò, i particolari  rimangono ancora celati. I movimenti decisivi, però,come per esempio, quelli che riconciliano reciprocamente la vittima e l’assassino, sono riconoscibili e giungono al loro compimento.

La scelta della professione

Su questo tema, a volte, si mostra che la scelta della nostra professione è a servizio dell’ espiazione. Dopo una costellazione che onora gli avi aumentano enormemente le nostre possibilità, può anche succedere che la nostra vita e la nostra professione prendano una nuova piega e che i nostri talenti, finora frenati, si manifestino completamente. Ancora qualcosa, a volte viene alla luce che una persona del nostro passato, nonostante noi non sappiamo nulla di lei, possa impadronirsi di noi e le nostre emozioni, innanzi tutto quelle aggressive, risultano essere sue e non nostre. Anche qui, è possibile e raggiungibile una soluzione tramite la costellazione familiare spirituale.

Il Karma

Ancora qualcosa che per molti può sembrare strana e che viene alla luce anch’essa nella costellazione familiare spirituale. Nella costellazione familiare spirituale il nostro rappresentante cambia e a volte,cambiamo anche noi stessi se da subito veniamo  coinvolti in una vita precedente. Soprattutto, se allora qualcosa era rimasta incompleta e continua ad agire ora come Karma. Questo karma arriva a compiersi con la costellazione familiare spirituale. Come? Con amore, con quell’amore spirituale che tutto porta a compimento perché quest’ amore riporta  tutto ciò che é separato a quel preciso istante in cui tutto è iniziato e con amore porta a compimento l’incompiuto.

L’altra dimensione

Nell’ultimo periodo, la costellazione familiare  spirituale mostra, a volte, un movimento che forza i confini della costellazione familiare. All’improvviso, i rappresentanti e anche  il gruppo dei partecipanti, che a volte conta più di cento persone, vengono attratti in un movimento che eleva  in un’altra dimensione.   Tutti ne vengono coinvolti, senza che possano opporre resistenza. Qui, ad esempio, si tratta dei movimenti che coinvolgono un intero popolo e  i loro caduti in guerra, oppure si tratta del trauma delle guerre di sterminio, successe molto tempo fa, come per esempio, l’assalto dei mongoli. In questo movimento, entra in azione, il Karma irresistibile del popolo  usurpato  che finalmente trova pace. Questo tipo di costellazioni non sono volute o messe in scena da noi.  Qui, entrano in azione altre forze spirituali. Tuttavia, sempre con un amore che abbraccia tutti, si supera e si guarisce per tutti questo passato.

 [/indeed-social-locker]

Share, , Google Plus, Pinterest,